Canzoni Popolari
Merculdì
Vintiquater de Magg
 
   
  Dal Dialetto milanese...
Parlato: la luna è una lampadina...attaccata sul plafone, e le stelle sembrano
limoni tirati nell’acqua. E io son qui, sul marciapiede, che cammino avanti e
indietro, Lina, e mi fanno male i piedi, Lina!
Cantato: La luna l’è ona lampadina...tacata in sul plafun
E i stell paren limon traa in dell’acqua,
e mi sont chi, ’nsul marciapee
che cammini avanti e indreé, Lina.
E me fann mal i pee, Lina!
Parlato: Terzo piano, quarta ringhiera, la luce è ancora accesa; io so che sei
su, Lina, ma non guardi giù, non mi vedi, non vedi che son qui sul marciapiede
che cammino avanti e indietro, e mi fanno male i piedi, Lina, oh Lina!
Cantato: Terz pian, quarta ringera, la lus l’è anmò pissada
E mi sont chi, ’nsul marciapee
Che cammini avanti e indrè, Lina
E me fann mal i pee, Lina, oh Lina!
Parlato: Lo sanno tutti che sei su con Nino il barbiere perché ha un mucchio di
soldi, e io son qui, che cammino avanti e indietro, e mi fanno male i piedi, Lina!
Cantato: El sann tucc che te set su con nìn el barbee
Perché el g’ha un mucc de danee
E mi sont chi che cammini avanti e indré
E me fann mal i pee, Lina!
Parlato: Il 31 (inteso come tram) è già passato, di 28 non ce n’è più, mi tocca
andare a casa a piedi, Lina! E mi fanno male i piedi, Lina, oh Lina!
Cantato: El trentun l’è già passaa,
de vintott gh’è n’è pu,
me tocca andaa a caa a pee, Lina,
e me fann mal i pee,
E mi son chi che cammini avanti e indré...
E me fann mal i pee, Lina!...
Parlato: Una volta ho visto un gatto, che piangeva come un matto sotto il tuo
portone, forse aveva perso il padrone.
Cantato: Anca mi son come on gatt,
son de sotta al to porton
Che caragni come on matt
E giughetti cui botton, Lina...
E mi son chi che cammini avanti e indré...
E me fann mal i pee, Lina!...
E mi son chi che cammini avanti e indré...
E me fann mal i pee, Lina!...

Segnalato da Testo di Dario Fo e musica di Fiorenzo Carpi

 
     
 

..:: A ::..

 
Andava a Rogoredo...
 

..:: B ::..

 
Basta!...
Befana...
Bej ogitt...
 

..:: C ::..

 
Camerée porta ’n mezz liter...
Cara Mamma...
Caro 'l mè Toni sta' su alegher...
Cum'in bei, Cum'in bei...
 

..:: D ::..

 
Daghen on taj...
Dim e didom e didom e didera...
Dona che te durmivet...
 

..:: E ::..

 
E l’era tardi...
E mi la donna bionda...
E savé...
El Barbapedana...
El barbon di navili...
El gir del mond...
El Magnano...
El me indiriss...
El Minestron...
El moletin...
El Piscinin (De tant Piscinin che l’era)...
El piuveva de tri dì...
El pover Luisin...
El purtava i scarp de tennis (1964)...
El purtava i scarp de tennis (1972)...
El Ridicol Matrimòni...
El sindich de Precòtt...
 

..:: F ::..

 
Faceva il palo...
 

..:: H ::..

 
Ho visto un re...
 

..:: I ::..

 
I giovinòtti al sabet de sira...
Il Frate Cappuccino...
Il Moro della Vedra...
In libertà ti lascio...
 

..:: L ::..

 
La Balilla (1)...
La Balilla (2)...
La ballata del pittore...
La bela Gigogin...
La bella Gigogin...
La bella la va al fosso...
La forza dell’amore...
La luna è una lampadina...
La Marianna la va in campagna...
La mensa collettiva...
La mia morosa cara...
La moglie di Cecco Beppe...
La montagna de San Sir...
La povera Rosetta...
La Ragazza Guerriera...
La roeuda la gira...
L’uselin dela comare...
 

..:: M ::..

 
Ma mi...
Magic, moment...
Mariettina...
Montecarlo...
M’hann ciamaà...
 

..:: O ::..

 
O mia bella Madunina...
 

..:: P ::..

 
Pellegrin che vien da Roma...
Pepin pepin Pepetu...
Pepp va pian...
Per un basin...
Piva Piva...
Porta Romana bella...
Prendeva il treno...
 

..:: Q ::..

 
Quel dì di lune...
 

..:: S ::..

 
San Giuseppe e la Madona...
Se gh’han de dì...
Se sa che a parlà de Milan se fa minga fadiga...
Serafino aveva un siffolo...
Sont rivaa de Cinisell...
Spazzacamino...
 

..:: T ::..

 
Tì te set in lett...
Trapulin ca ciapa i rat...
 

..:: V ::..

 
Varda Gyulai...
 
Aggiungi ai Preferiti
Copyrights

     
Powered by Stefano ©