Poesie
Luned
Vintitr de Genar
 
   
  Dal Dialetto milanese...
Sta nòtt hoo faa on sògn,
me sont insognaa che camminavi
su la sabbia in compagnia del Signor.
Hoo vardaa indree e hoo veduu che
per ògni dì de la mia vita,
come in d'on film, compariven pedann
in su la sabbia: voeuna mia e
voeuna del Signor.
Inscì sont andaa innanz, fintant
che tucc i mè dì hinn finii.
Allora me son fermaa vardand indree,
e hoo veduu che in certi sit
gh'era domà ona pedana...
Eren i sit che combaciaven cont i dì
pusee difficil de la mia vita;
i dì di dispiesè pussee grand,
de gran paura e pussee dolor...
Allora hoo domandaa:
"Signor, Te avevet dii che te sariet staa
con mì tucc i dì de la mia vita,
e mì ghe son staa per viv con tì,
ma perchè te m'hee lassaa depermì
pròpi in di moment pussee brutt de la mia vita?"
E el Signor l'ha risponduu:
"Car el mè fioeu, mì te voeuri ben
e t'avevi dii che saria staa con tì
per tutta la strada e che mai
t'avria lassaa depertì nanca on minut,
e t'hoo minga lassaa...
i dì che t'hee veduu domà ona pedana
su la sabbia eren staa i dì che
t'hoo portaa in brasc."

Ovvero...
Questa notte ho fatto un sogno,
ho sognato che camminavo sulla sabbia
accompagnato dal Signore,
Ho guardato indietro e ho visto che
ad ogni giorno della mia vita, proiettati nel film,
apparivano orme sulla sabbia:
una mia e una del Signore.
Così sono andato avanti, finch
tutti i miei giorni si esaurirono.
Allora mi fermai guardando indietro,
notando che in certi posti
c'era solo un'orma...
questi posti coincidevano con i giorni
più difficili della mia vita;
i giorni di maggior angustia,
di maggiore paura e di maggior dolore...
Ho domandato allora:
"Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me
in tutti i giorni della mia vita,
ed io ho accettato di vivere con te,
ma perch mi hai lasciato solo proprio nei momenti peggiori
della mia vita?".
Ed il Signore rispose:
"Figlio mio, Io ti amo e ti dissi che
sarei stato con te
durante tutta la camminata
e che non ti avrei lasciato solo
neppure per un attimo,
e non ti ho lasciato....
i giorni in cui tu hai visto solo un'orma
sulla sabbia, sono stati i giorni
in cui ti ho portato in braccio".


Poesia di un Anonimo Brasiliano.

Questa più che una poesia è un dialogo che ognuno di noi qualche volta nella vita lo avrà fatto con... il Signore, perchè nessuno al mondo è immune di un momento di avversità, salvo i bambini perchè loro no loro sono vermente immuni... finchè come angeli custodi ci sono i... Nonni.

Segnalato da Focabarbisa

 
     
 

..:: A ::..

 
A la mia nna...
A la mia Nona...
Agost on amor e......
Al m amis Pieraldo...
Arnes de guera...
 

..:: C ::..

 
Car, el m car Milan...
Cassina lombarda...
Ciao Giorgio (el sciur G.)...
Ciao Pirata...
 

..:: D ::..

 
Des de Giugn 1940...
 

..:: E ::..

 
El Doveva N...
El grand mm e l'Angiol custd...
El me Milan...
El mond balss...
El Nster Dmm (E.De Marchi)...
El Nster Dmm! (M.Turati)...
El Risott...
El Vecc, la Ranza e on Ghezz...
El vintinuv de Magg 1176...
 

..:: F ::..

 
Foeja gialda...
 

..:: G ::..

 
Gh' ch la primavera...
 

..:: I ::..

 
I bombon...
I man del m pap...
I stagion de la lus a forfee...
Il presepe...
In difesa della cusina milanesa...
In Dmm...
 

..:: L ::..

 
La curtascia...
La mia povera nonna la ghaveva...
La nostra Madunina...
La Pulitica...
La Ranza...
La stria de Fausto...
Lombardia...
Luna Inversa...
L Aquila...
Leleziun del President...
Lultim valzer con l (1859)...
 

..:: M ::..

 
Madrigal...
Maria Dolens...
M Mader...
Milan che Drma...
Milan! Natal 1961...
Milanin Milanon...
Miseria...
 

..:: N ::..

 
Natale 1993...
Nev...
Nintta del Verzee...
 

..:: O ::..

 
O bll faccin...
 

..:: P ::..

 
Piang el vent...
Piassa Quaranta...
Preghiera disperada...
Primavera...
 

..:: R ::..

 
Requiem per Sant Ambroeus...
 

..:: S ::..

 
Sant'Anna...
Sensazion d'on Natal...
Sgn...
 

..:: U ::..

 
Ul me par ca l'...
 

..:: V ::..

 
Voeuja de Natal...
Vori n el paradis...
 
Aggiungi ai Preferiti
Copyrights

     
Powered by Stefano