Poesie
Merculd
Vintiquater de Magg
 
   
  Dal Dialetto milanese...
Ona lus!
Ona pòrta là in fond,
filettada d'argent
e ona vos
che me dis de dervì, de andà innanz,
de volà
sora on bosch cont i foeuj trasparent...
...la me dis
de cattà quell che voeuri,
de rid e de bev
el rosòli che corr in di fòss.
E mì proeuvi, mì corri sui praa,
me rotoli in de l'erba de seda
per smorzà la mia voeuja de piang.
Voeuri minga stà chì!
Se me fà
se chì l'erba l'è fada de seda
e in di sces gh'è pù nanca ona spina... Se
me fà se in di fòss gh'è `l rosòli de bev... Voeuri minga ne premi o
castigh...
...voeuri stà
sòtt `na spanna de terra,
buttaa-là
tra on fossett
e magari ona meda de ruff
ma faa-sù in di radis...
i radis di mè gent.
Voeuri minga stà chì!
Voeuri vess `na brancada de paja
e stà là in d'on canton de la stalla
a scoltà stòri antigh
coi paròll savorii
che hoo bevuu col primm latt.
Lassi chì el paradis,
i sò fior trasparent
che profumen tutt l'ann,
senza spinn...
Voeuri vess on moron
e stà là in di marscid,
per guardà la mia gent
a sgranà formenton
in su l'era brusada dal s...
...e patì insemma a lor
de stagion in stagion.

Ovvero...
Non voglio il paradiso
Una luce!
Una porta là in fondo,
profilata d'argento
e una voce
che mi dice di aprire, di andare avanti,
di volare
sopra un bosco con le foglie trasparenti...
...mi dice
di cogliere ciò che desidero,
di ridere
e di bere
il rosolio che corre nei ruscelli.
E io ci provo, corro sui prati
mi rotolo nell'erba di seta
per spegnere la mia voglia di pianto.
Non voglio rimanere qui!
Non m'importa
se qui l'erba è fatta di seta
e nelle siepi non c'è più neppure una spina...
Non m'importa
se nei ruscelli c'è rosolio da bere...
Non voglio n premi o castighi...
...voglio stare
sotto una spanna di terra,
buttato là
tra un fossetto
e magari un mucchio di spazzatura
ma legato alle radici...
alle radici della mia gente.
Non voglio rimanere qui!
Voglio essere una manciata di paglia
e stare là in un angolo della stalla
ad ascoltare storie antiche
con le parole saporite
che ho bevuto con il primo latte.
Lascio qui il paradiso,
i suoi fiori trasparenti
che profumano tutto l'anno
senza spine...
voglio essere un gelso
e stare là nelle marcite
per guardare la mia gente
a sgranare granoturco
sull'aia bruciata dal sole...
e soffrire insieme a loro
di stagione in stagione.

Segnalato da Segnalato da Focabarbisa
Su concessione dell'autore Marco Can

 
     
 

..:: A ::..

 
A la mia nna...
A la mia Nona...
Agost on amor e......
Al m amis Pieraldo...
Arnes de guera...
 

..:: C ::..

 
Car, el m car Milan...
Cassina lombarda...
Ciao Giorgio (el sciur G.)...
Ciao Pirata...
 

..:: D ::..

 
Des de Giugn 1940...
 

..:: E ::..

 
El Doveva N...
El grand mm e l'Angiol custd...
El me Milan...
El mond balss...
El Nster Dmm (E.De Marchi)...
El Nster Dmm! (M.Turati)...
El Risott...
El Vecc, la Ranza e on Ghezz...
El vintinuv de Magg 1176...
 

..:: F ::..

 
Foeja gialda...
 

..:: G ::..

 
Gh' ch la primavera...
 

..:: I ::..

 
I bombon...
I man del m pap...
I stagion de la lus a forfee...
Il presepe...
In difesa della cusina milanesa...
In Dmm...
 

..:: L ::..

 
La curtascia...
La mia povera nonna la ghaveva...
La nostra Madunina...
La Pulitica...
La Ranza...
La stria de Fausto...
Lombardia...
Luna Inversa...
L Aquila...
Leleziun del President...
Lultim valzer con l (1859)...
 

..:: M ::..

 
Madrigal...
Maria Dolens...
M Mader...
Milan che Drma...
Milan! Natal 1961...
Milanin Milanon...
Miseria...
 

..:: N ::..

 
Natale 1993...
Nev...
Nintta del Verzee...
 

..:: O ::..

 
O bll faccin...
 

..:: P ::..

 
Piang el vent...
Piassa Quaranta...
Preghiera disperada...
Primavera...
 

..:: R ::..

 
Requiem per Sant Ambroeus...
 

..:: S ::..

 
Sant'Anna...
Sensazion d'on Natal...
Sgn...
 

..:: U ::..

 
Ul me par ca l'...
 

..:: V ::..

 
Voeuja de Natal...
Vori n el paradis...
 
Aggiungi ai Preferiti
Copyrights

     
Powered by Stefano